Videomapping, cosa è e come si realizza un videomapping

COSA E’ UN VIDEOMAPPING?

Il videomapping è una tecnica che permette di dipingere con la luce superfici ed oggetti più o meno complessi.
Nello specifico consiste nel proiettare immagini e animazioni su superfici che sono trasformate in qualcosa di vivo regalando l’impressione che la realtà si animi ottenendo uno spettacolare effetto visivo. E’ la luce dei proiettori a creare la “texture” che copre le superfici ottenendo l’illusione visiva che l’oggetto sia avvolto in una nuova pelle animata.
Ad esempio si può far credere che una parte di edificio stia crollando o giocare con luci e ombre per ottenere spettacolari effetti visivi per chi li osserva.

videomapping

ESEMPIO DI VIDEOMAPPING

Per cominciare, ecco un video esplicativo di videomapping: una proiezione sull’edificio “Praetorian Building” di Dallas (Stati Uniti) per promuovere il film “The Tourist” con Angelina Jolie and Johnny Depp.

Quanto visto nel video precedente è un classico esempio di videomapping proiettato su di un edificio, ma gli ambiti e le superfici sulle quali può essere adottata questa tecnica  non ha limiti.

 

AMBITI DEL VIDEOMAPPING

Il videomapping ha una range di ambiti di utilizzo amplissimo che spaziano dall’ambito culturale a quello artistico, fino all’utilizzo per campagne e lanci pubblicitari o creazione di scenari e coreografie per spettacoli e performance dal vivo.

 

VIDEOMAPPING IN AMBITO CULTURALE

Basti pensare alle installazioni in  un museo, o ad un monumento famoso. Raccontare l’opera attraverso le sue continue trasformazioni ed arricchendo i contenuti coinvolgendo il visitatore. Decisamente meglio di una banale targhetta.

Sono tanti infatti i musei che stanno implementando questa tecnica con installazioni che presentano e spiegano l’opera in maniera interattiva e coinvolgente per il visitatore.

Un esempio del genere si può trovare proprio a Roma: visitando i fori Imperiali di sera è possibile visionare i due spettacoli “Foro di Cesare” e “Foro di Augusto” (a cura di Piero Angela e Paco Lanciano) in cui grazie alla tecnica del projection mapping viene raccontata la storia dei monumenti in maniera spettacolare e conivolgente:

 VIDEOMAPPING IN AMBITO SCENOGRAFICO

Immaginate di cambiare ed animare continuamente la scenografia di una performance o di un’opera teatrale semplicemente proiettandola su di un telo. I vantaggi dell’uso del videomapping rispetto ad una tradizionale scenografia tradizionale sono evidenti:

 

  • I costi per la realizzazione di una scenografia e il suo trasporto lungo le varie tappe del tour sono totalmente abbattuti: il videomapping ha bisogno solo dell’uso di uno o più proiettori il cui trasporto ha un impatto decisamente minore di una scenografia tradizionale

 

  • Le scenografie classiche sono statiche. Con il videomapping le scenografie sono vive e addirittura nei mapping in real time, interattive.

 

  • Il videomapping permette di creare scenografie spettacolari e sorprendenti che coinvolgono lo spettatore.

VIDEOMAPPING IN AMBITO COMMERCIALE E PUBBLICITARIO

Il lancio di una campagna pubblicitaria attraverso la tecnica del videomapping è già diventata un must per i grandi marchi mondiali che per il lancio di un nuovo prodotto o solo per rafforzamento del brand presentano in grande stile i propri prodottti con l’utilizzo di questa tecnica il cui utilizzo è sempre più presente in fiere, eventi, e lanci di prodotto:

VIDEOMAPPING IN LOCALI PER PER FESTE E CERIMONIE

La tecnica del videomapping si stà espandendo anche in ambiti più di nicchia come locali e discoteche dove l’utilizzo di questa tecnica è usata dai VJ’s che proiettano a tempo di musica i propri contenuti mappandoli nell’ambiente, oppure sono gli stessi gestori dei locali a fare uso del videomapping per un “restyling”  degli ambienti.

In ambito cerimoniale le agenzie di wedding planner inseriscono nei propri pacchetti la wedding cake animata , cioè la torta matrimonale sulla quale con la tecnica del mapping vengono proiettati contenuti animati per creare un’ atmosfera magica durante la cerimonia.

VIDEOMAPPING IN AMBITO ARTISTICO E SPERIMENTALE

Questo tipo di tecnica ha ovviamente coinvolto ed attirato artisti e videodesigner che hanno cominciato a sperimentare e farne uso nelle proprie opere ed attività creative. Installazioni e performance artistiche con l’utilizzo del mapping sono sempre più diffuse:

I VANTAGGI DELL’USO DEL VIDEOMAPPING

E’ indubbio che l’utilizzo di questa tecnica stia velocemente prendendo piede in tutti i suoi diversi ambiti di applicazione grazie ad una serie di vantaggi:

  • Spettacolari e impressionanti,  i videomapping restano impressi nella memoria dello spettatore.
  • I suoi contenuti diventano facilmente virali sui social e le piattaforme video grazie alla spettacolarità dell’evento.
  • I videomapping in real time sono interattivi e quindi coinvolgenti per lo spettatore.
  • Riduzione notevole dei costi di trasporti rispetto a scenografie reali.
  • Riduzione dei costi strutturali.

videomapping

 

 

COME SI REALIZZA UN VIDEOMAPPING

La realizzazione di un videomapping è effettuata da professionisti del settore specializzati in videodesign, motiongraphic, animazione grafica, video editing e projection mapper.

Queste professionalità si occupano principalmente della realizzazione dei contenuti visivi  e della corretta proiezione degli ambienti da mappare.

La realizzazione dei contenuti, cioè i contenuti animati che si vedono all’interno degli spazi mappati sono creati con tradizionali software di animazione 2d e 3d.

After effects e Photoshop della Adobe, Cinema4d della Maxon, Maya della Autodesk sono dei buoni esempi di software attualmente diffusi per la realizzazione di grafica animata.

Per un approfondimento puoi leggere quali sono i principali software per fare videomapping.

 

videomapping su edifici

La corretta proiezione degli ambienti da mappare è legata invece all’uso di tecniche e software differenti a seconda del tipo di installazione. Un videomapping che interagisce in tempo reale con lo spettatore possiede caratteristiche tecniche e tecnologiche differenti rispetto ad un videomapping che si limita a proiettare i contenuti negli spazi mappati. Ecco un esempio:

Uno spettacolare videomapping proiettato su un monumento per raccontarne la storia. Questo tipo di videomapping  non deve gestire interazioni. Necessita di software per la creazione dei contenuti animati e tecniche e software adatti al mapping degli ambienti

Una performance in tempo reale di un Vj con i contentui che vanno a tempo con la musica o una cornice in un museo che al passaggio del visitatore si anima. Con queste caratteristiche la realizzazione del  video mapping avrà bisogno oltre a quelli già citati, anche di software in grado di gestire in tempo reale la proiezione e l’interazione con gli eventi.

 

videomapping edificio

La realizzazione e la complessità di un videomapping possono quindi variare a seconda delle esigenze del progetto richiedendo risorse e competenze specifiche che vanno dalla conoscenza di strumentazioni atte alla videoproiezione su grandi superfici, al montaggio video, all’elaborazione di contenuti animati (2d e 3d) , allo sviluppo di software per le interazioni.

Con l’aumento della complessità del videomapping aumenteranno le competenze richieste e di pari passo i costi per realizzarlo.

Condividilo subito:

ANNUNCIO

SEGUICI

andiamo avanti

Ecco altro da vedere:

Gli artwork labirintici di Cinta Vidal

L’autore di queste opere è Cinta Vidal, artista catalano e in queste sue opere esplora l’impatto ambientale delle aree industriali e come influenzano l’esperienza umana.

16 foto con e senza effetti speciali

Senza la CG (computer graphic) e gli effetti speciali i film attuali apparirebbero completamente differenti: esplosioni poco credibili, panorami non così spettacolari e alcuni dei personaggi piu famosi del mondo hollywoodiano moderno totalmente assenti.

Ecco una serie di foto che fanno capire la differenza tra il materiale girato e come il lavoro di post produzione visiva professionale sia in grado di modificarle.

I magnifici 3D fasulli di Stefan Pabst

Può un semplice disegno illuderti che sembri reale? L’artista Stefan Pabst con i suoi disegni prospettici è in grado di creare straordinari effetti ottici tutti da gustare e restare stupefatti.

Foto di Jonathan Knowles

Jonathan Knowles è tra i più importanti fotografi della sua generazione; il suo stile fotografico è unico ed è stato premiato in tutto il mondo sopratutto per le sue opere pubblicitarie.

La gravità e le sue difficoltà: le foto di Mike Dempsey

Il fotografo Mike Dempsey ha realizzato una serie di eccezionali foto in cui evidenzia la presenza della gravità sulle nosrtre vite; ha dichiarato di non aver usato post produzione o qualunque altro tipo di manipolazione per la realizzazione di queste foto.

Disegni a mani iperrealistici di CJ Hendry

Un iperrealistica serie di opere dell’artista australiano CJ Hendry. Nelle sue opere vengono ricreate grandi pennellate di vernice usando soltanto le sue matite colorate con le quali è in grado di rappresentare dimensionalità e brillantezza della vernice a olio fresca e la sua la viscosità. Fantastiche!

Illustrazioni 3D di Oscar Trejo

Oscar trejo è un talentuoso artista messicano che lavora in una varietà di progetti differenti, dai videogames a alla TV e stampe3d.

3D di Yambo Studio

Yambo Studio è una studio di Tel-Aviv specializzata in CGI. Queste che vedete sono opere creative in 3d.

Gli artwork labirintici di Cinta Vidal

L’autore di queste opere è Cinta Vidal, artista catalano e in queste sue opere esplora l’impatto ambientale delle aree industriali e come influenzano l’esperienza umana.

16 foto con e senza effetti speciali

Senza la CG (computer graphic) e gli effetti speciali i film attuali apparirebbero completamente differenti: esplosioni poco credibili, panorami non così spettacolari e alcuni dei personaggi piu famosi del mondo hollywoodiano moderno totalmente assenti.

Ecco una serie di foto che fanno capire la differenza tra il materiale girato e come il lavoro di post produzione visiva professionale sia in grado di modificarle.

I magnifici 3D fasulli di Stefan Pabst

Può un semplice disegno illuderti che sembri reale? L’artista Stefan Pabst con i suoi disegni prospettici è in grado di creare straordinari effetti ottici tutti da gustare e restare stupefatti.

Foto di Jonathan Knowles

Jonathan Knowles è tra i più importanti fotografi della sua generazione; il suo stile fotografico è unico ed è stato premiato in tutto il mondo sopratutto per le sue opere pubblicitarie.

Pag. 1 of 712...Ultima »

Fai una ricerca

Ricerca avanzata

TUTORIAL3D

Tutorial3d.it sceglie le migliori creatività da tutto il mondo nel settore del videodesign, arti digitali, illustrazioni, motiongraphics e visualFX.

Naviga Altro

Esplora nell archivio

Iscriviti se ti interessano questi argomenti:

– Tutorial sulle migliori tecniche utilizzate da professionisti mondiali

– Visualizzare contenuti e progetti per le tue ispirazioni creative

– I migliori showreel nel 3d, motiongraphics e compositing

– Realizzazione dei migliori Visualfx utilizzati nei film

TUTORIAL3D

Pin It on Pinterest

Basta con I Gattini ! Condividi qualcosa di figo!

Fai vedere questa pagina ai tuoi amici...